Posted on

quando il bambino inizia a ridere

Dicono che se una volta senti come i bambini ridono, vuoi ascoltarlo ancora e ancora. E davvero – la risata del bambino è uno dei tanti eventi gioiosi e tanto attesi che attendono i genitori nei primi mesi della vita del loro bambino. Molte madri in particolare zelo in attesa che i primi segni di emozione, confrontando il loro bambino con i loro coetanei, tranquillamente vicini invidiosi che hanno figli presumibilmente pieni di risate felici, quasi dall’ospedale, e stanno cominciando a preoccuparsi: perché mio figlio non ha nemmeno sorridere.

Sbrigare lo sviluppo di un bambino non ha senso, perché la sua sfera emotiva è strettamente connessa con la fisiologia. Il primissimo sorriso di un bambino è, di regola, un carattere riflessivo, è endogeno – cioè, un segnale di risposta a sentimenti di sazietà, calore e pace. Dal momento in cui il bambino inizia a sorridere consapevolmente (e succede all’inizio del secondo mese di vita) fino al momento in cui il bambino inizia a ridere, ci vogliono diversi mesi. Il primo vero sorriso è il risultato del riconoscimento del tuo viso e risulta molto inetto. È molto importante sostenere il bambino nei primi timidi tentativi di esprimere le proprie emozioni – sorridergli più spesso e lui ti darà un sorriso reciproco.

Entro 3-5 mesi, i bambini iniziano a ridere. Ciò è dovuto al fatto che il bambino sta formando il cosiddetto “imbuto”, che collega i segnali emotivi con i muscoli facciali e dà una reazione generale generalizzata sotto forma di risate. A volte il bambino, per la prima volta sente le sue risate, è spaventato, ma poi si rende conto che emette questi suoni e inizia a “allenarsi”, quindi dal lato sembra che il bambino ride senza motivo.

Come insegnare a un bambino a ridere?

Naturalmente, questa formulazione non è del tutto corretta, dal momento che è impossibile insegnare a questo bambino fino a quando il suo sistema nervoso non è maturato sufficientemente. Ma i genitori possono davvero stimolare questo processo, giocando con il bambino, raccontandogli divertenti rime e rime, solleticando e, naturalmente, ridendo e sorridendo sinceramente. Si può anche rallegrare le briciole giochi semplici come “cucù”, “sui dossi, sui dossi,” “il cibo, il cibo ad una donna, a mio nonno”. E, cosa abbastanza sorprendente, a volte i bambini reagiscono con una risata gorgogliante a lunghe parole sconosciute, per esempio, di origine straniera.

A volte, insieme alla gioia delle prime risate del giovane, potresti incontrare dei problemi.

Il bambino singhiozza quando ride

come insegnare a un bambino a ridere

Risate causano contrazioni brevi e rapide del diaframma, che possono andare in convulsioni. Per essere spaventato non è necessario – per affrontare un singhiozzo dopo una risata è possibile ingoiare i movimenti, quindi permettere al bambino di bere qualcosa e di distrarlo, ad esempio, un gioco divertente.

Un bambino scrive quando ride

Se la risata intensa il bambino ha l’incontinenza urinaria e che può essere determinata in età più avanzata, quando un bambino è stato a lungo abituati al piatto ed è in grado di controllare le proprie esigenze, è possibile che il caso in violazione del tono dei muscoli pelvici e dovrebbe consultare all’urologo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

74 + = 76