Posted on

scarica bianca dopo l'ovulazioneSpesso, le donne, dopo aver subito l'ovulazione nel corpo, osservano lo scarico bianco dalla vagina. Molti rappresentanti del gentil sesso, il loro aspetto provoca il panico. Diamo uno sguardo più da vicino a questa situazione e proviamo a scoprire cosa può essere mostrato da abbondante scarico bianco dopo l'ovulazione.

Cosa può dire l'allocazione nella seconda parte del ciclo?

Come è noto, nel momento stesso in cui si libera l'ovocita dal follicolo, la scarica vaginale si intensifica. Allo stesso tempo acquisiscono una consistenza più liquida e un aumento di volume. Ricorda esternamente il bianco d'uovo. Questo può essere notato per altri 2-3 giorni dal momento dell'ovulazione.

Normalmente, dopo il rilascio della cellula sessuale nella cavità addominale, il volume delle secrezioni viene drasticamente ridotto, mentre la loro consistenza diventa più densa. Ciò è dovuto a un cambiamento nella concentrazione dell'ormone progesterone, il cui livello aumenta nel sangue. Allo stesso tempo, immediatamente dopo l'ovulazione, si può verificare uno scarico bianco e cremoso, che si verifica entro 48-72 ore.

Scarico bianco dopo l'ovulazione: un segno di gravidanza?

Quando un fenomeno simile si verifica qualche tempo dopo la data prevista dell'ovulazione, una donna deve essere allertata. Di norma, può testimoniare la concezione avvenuta. Tuttavia, non si può affermare inequivocabilmente che la scarica bianca dopo l'ovulazione sia un segno di gravidanza.

C'è una probabilità molto maggiore che si sia verificata la fertilizzazione, si nota, quando, letteralmente 7-10 giorni dopo la data dell'ovulazione, una donna segna l'apparizione di goccioline di sangue sulle sue mutande. Simile può essere osservato durante l'impianto. Ma questo segno non può essere osservato in tutte le donne.

Quindi, è necessario dire che lo scarico bianco, denso in una settimana dopo l'ultima ovulazione, non può essere considerato come un segno obiettivo della gravidanza. Per stabilire questo fatto è sufficiente sottoporsi ad un esame ecografico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

45 − 41 =