Posted on

Leadership e leadership

Leadership e leadership nella psicologia sociale sono processi di gruppo, combinati con il potere sociale nella squadra. Il leader e il leader è la persona che esercita l'influenza principale sul gruppo, ma il leader agisce nel sistema delle relazioni informali e il leader agisce nel sistema formale.

Leadership e leadership in psicologia

Le differenze di questi concetti sono associate a due aspetti del potere: formale e psicologico. Formale è un aspetto strumentale, è l'autorità legale del manager, e il psicologico determina le capacità personali del capo, la sua capacità di influenzare i membri del gruppo. A questo proposito, distinguere le seguenti caratteristiche distintive tra il leader e il leader:

  1. Il leader stabilisce le relazioni interpersonali nel gruppo e il leader - il funzionario.
  2. La leadership si forma nelle condizioni del microambiente e la leadership è un elemento dell'ambiente macro, l'intero sistema di relazioni nella società.
  3. Il leader viene scelto spontaneamente, viene nominato il capo.
  4. La leadership è più stabile della leadership.
  5. Il leader può applicare solo sanzioni informali, mentre il leader è anche formale.

Nelle caratteristiche psicologiche di questi concetti, ci sono molte somiglianze, ma la leadership si riferisce a una sfera puramente psicologica e la leadership a quella sociale.

Leadership e leadership nella gestione

In pratica, è raramente possibile soddisfare l'osservanza di questi due tipi di relazioni nella gestione. Un gruppo significativo di leader ha qualità di leadership, mentre la sequenza inversa è meno comune. Ma sia il leader che il manager sono impegnati nella stessa cosa: stimolano lo staff dell'organizzazione, mirano a trovare modi per risolvere determinati compiti, a prendersi cura dei mezzi con cui tali attività possono essere realizzate.

Ad oggi, ci sono tre stili di leadership e leadership:

  1. autoritario. Prevede un minimo di democrazia e il massimo controllo. Cioè, la testa prende tutte le decisioni individualmente, esercita il controllo sull'esecuzione delle attività con la minaccia della punizione e non è interessata al dipendente come persona. Questo stile fornisce risultati del lavoro abbastanza accettabili, ma presenta molti difetti. Questa è la probabilità di errori e bassa iniziativa e insoddisfazione dei dipendenti.
  2. democratico. Allo stesso tempo, il team discute tutti i problemi insieme, tiene conto dell'opinione e dell'iniziativa di tutti i dipendenti, i colleghi si controllano, ma il capo controlla il loro lavoro, mostrando interesse e attenzione benevola nei loro confronti. Questo è uno stile più efficace, praticamente privo di errori. In tale squadra si stabiliscono la fiducia e la comprensione reciproca tra i dipendenti e tra loro e il capo.
  3. permissivo. Fornisce la massima democrazia e il minimo controllo. Con questo stile, non c'è cooperazione e dialogo, tutto è lasciato al caso, gli obiettivi non vengono realizzati, il risultato del lavoro è basso, la squadra si divide in sottogruppi in conflitto.

Naturalmente, solo una persona può assumere la posizione di leader e leader nell'organizzazione:

  • dominante, capace di influenzare i subordinati;
  • fiducioso;
  • emotivamente equilibrato e resistente allo stress;
  • creativo, capace di affrontare in modo creativo la risoluzione dei problemi;
  • responsabile e affidabile, onesto, fedele;
  • indipendente, prendendo decisioni in modo indipendente;
  • flessibile;
  • socievole, socievole.

Pertanto, le differenze nei concetti di leadership e leadership sono che il capo controlla che i subordinati fanno le cose correttamente e il leader - che fanno le cose giuste.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

96 − = 93